Storie della buonanotte per bambine ribelli: quando la moda supera la personalità

“Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi. C’era una volta una bambina che amava le macchine e amava volare; c’era una volta una bambina che scoprì la metamorfosi delle farfalle… Da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kalo, da Margherita Hack a Michelle Obama, sono 100 le donne raccontate in queste pagine e illustrate da 60 illustratrici provenienti da tutto il mondo.”

Ok ok… tutte belle parole, delle super donne raccontate in un libro per bambinE, tutto molto promettente ma… si c’è un MA!

Vi invito a guardare il breve VIDEO nella quale Michela Murgia, durante lo spazio televisivo di Quante storie, su Rai3, spiega per quale motivo questo libro non l’ha convinta pienamente! (sono pienamente d’accordo) Vi cito qualcosa:

Per la scrittrice il libro si sarebbe infatti dovuto rivolgere anche ai bambini, e non solo alle bambine, ponendosi come un’ “operazione sessista”, anche quando vuol “combattere il sessismo”, “banalizza i contenuti”, e utilizza un linguaggio “troppo complesso, più adatto agli adulti che ai bambini”.

Per chi ancora non lo sapesse si tratta di un libro illustrato dedicato alle bambinE (si la E è in maiuscolo avete letto bene), nato per combattere gli stereotipi di genere. Pubblicato in Italia da Mondadori, è primo in classifica, ed è un successo anche all’estero.

Mi concentrerò su una donna in particolare: Frida Kahlo

storiebambine-2

Ultimamente Frida è conosciuta da tutti, non di certo per il suo talento artistico a parer mio, ma per MODA, semplicemente MODA.

Magliette magliettine disegni dedicati a Frida (monociglio+fiori in testa) foto di Frida…. mai nessuno che condividesse un suo quadro!!! Forse neanche li hanno mai visti!

Ma arriviamo al dunque: Frida obiettivamente ha fatto una vita terribile, è bellissimo che nonostante tutto sia stata attiva in politica abbia continuato a dipingere ecc…

Ma davvero volete presentare alle vostre figlie un’artista semplicemente raccontando delle sue malattie, del suo incidente e, soprattutto, mostrando il suo matrimonio come una cosa bellissima????? IL MATRIMONIO CON DIEGO RIVERA CHE L’HA CORNIFICATA CON LA SORELLA PER POI TORNARE DA LEI RISPOSANDOLA UNA SECONDA VOLTA?

Forse è più importante far vedere al mondo quanto siete moderne femministe e super colte! Ma io vi chiedo perchè dare la buonanotte con una storia del genere e, oltretutto sottolineo: COSA STAI RACCONTANDO DI FRIDA? CHE ERA MALATA E SI è SPOSATA CON DIEGO RIVERA E CHE DIPINGEVA SPLENDIDI AUTORITRATTI! Non c’è contenuto c’è solo una gabbia vuota a parer mio!

MA DAVVERO APPENDERESTE NELLA CAMERETTA DI VOSTRA FIGLIA UN QUADRO DEL GENERE?

frida_kahlo_007_le_due_frida

Un ultimo appunto su un’altra pagina, questa volta dedicata a Rita Levi Montalcini, ricordate che si tratta di “favole” della buonanotte:

9788804676379_5_0_1000_80

Oltre il racconto totalmente privo di contenuto (cosa ha fatto di reale Rita Levi Montalcini? boh neanche si capisce), iniziare una favola con la frase “quando la sua tata morì di cancro” non è il miglior modo per far addormentare una bambina.

Annunci

4 thoughts on “Storie della buonanotte per bambine ribelli: quando la moda supera la personalità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...